alert-erroralert-infoalert-successalert-warningbroken-imagecheckmarkcontact-emailcontact-phonecustomizationforbiddenlockedpersonalisation-flagpersonalizationrating-activerating-inactivesize-guidetooltipusp-checkmarkusp-delivery-cashusp-delivery-delayusp-delivery-eveningusp-delivery-same-dayusp-delivery-storeusp-deliveryusp-exchangeusp-free-returnsusp-gift-cardusp-klarnausp-salearrow-backarrow-downarrow-left-longarrow-leftarrow-right-longarrow-rightarrow-upbag-activebag-inactivecalendar-activecalendar-inactivechatcheckbox-checkmarkcheckmark-fullclipboardclosecross-smalldownloaddropdowneditexternal-linkfilterfullscreenhamburgerhd-filledhd-outlinehide-activehide-inactivelocate-targetlockminusnotification-activenotification-inactivepause-outlinepin-smallpinplay-filledplay-outlineplusprofilereloadsd-filledsd-outlinesearchsharesound-off-filledsound-off-outlinesound-on-filledsound-on-outlinesubtitles-cc-filledsubtitles-cc-outlinesubtitles-filledsubtitles-outlinewishlist-activewishlist-inactivezoom-outzoomfacebookgoogleinstagram-filledinstagrammessengerpinterestruntastictiktok-defaulttiktoktwittervkwhatsappyahooyoutube
Vai ai contenuti principali
adidas
adidas / marzo 2022

5 MOTIVI PER CUI LE ADIDAS ULTRABOOST 22 SONO LE MIE SCARPE DA RUNNING PREFERITE

Sima Pomiluyko, appassionata di running e insegnante di yoga, prova le adidas ULTRABOOST 22.

Ricerca e tecnologia sono essenziali nello sviluppo di una scarpa da running, ma il miglior modo di dimostrarne l’efficacia è metterla nelle mani, o meglio ai piedi, delle persone per cui è stata progettata.
Ecco Sima Pomiluyko, insegnante di yoga e membro della comunità adidas Runners Berlin, a cui è stato proposto di provare le nuove ULTRABOOST 22. Sima ha corso per le strade della sua città, ed è stata invitata presso il BeMoveD Berlin Movement Diagnostics, un laboratorio dell’ospedale Charité di Berlino specializzato nella corsa, per conoscere il dottor Popovic, un esperto di biomeccanica, che ha effettuato un’analisi personalizzata della sua corsa su un tapis roulant.
Il dottor Popovic ha analizzato i movimenti di Sima durante la corsa e le ha spiegato i vantaggi della tecnologia delle Ultraboost 22, illustrando anche come la calzata progettata su misura per il piede femminile sia in grado di valorizzare la sua esperienza personale
Quanto appreso ha avuto un forte impatto su Sima, e non solo dal punto di vista delle prestazioni.



1. Le UB22 sono in linea con la mia filosofia di running

Oltre a far parte della comunità adidas Runners Berlin, in cui riveste anche il ruolo di capitano, Sima è un’insegnante di yoga, e la corsa è parte integrante del suo benessere ed equilibrio. Spiega Sima: “La corsa per me è una sorta di meditazione dinamica, la forma di movimento più pura. Equivale alla libertà. Attraverso il movimento, il mio corpo esprime energia”.
Sima crede fermamente che l’energia investita nella propria vita si rifletta su di sé in un modo o nell’altro. “L’energia è tutto: è ciò che dai al mondo e ciò che dal mondo ricevi. È uno scambio, non solo tra le persone, ma con tutto quello che ci circonda”.
Sima desidera un prodotto che, oltre a facilitarla nella corsa, sia in linea con questi suoi valori. Quando ha provato le ULTRABOOST 22, ha avuto un’esperienza energizzante sia dal punto di vista fisico che mentale. “Investendo energia in ogni passo, ricevo immediatamente una spinta, l’energia che mi serve per fare il passo successivo. È come un ciclo continuo di ritorno energetico”.




2. La curva del collo del piede più bassa assicura una calzata avvolgente

La prima impressione di Sima dopo aver provato le ULTRABOOST 22 è stata la sensazione che fossero leggermente più strette rispetto alle scarpe che usa di solito.
Secondo quanto afferma il dottor Popovic, questo è un aspetto importante del design di questo modello. “Queste scarpe sono state realizzate dopo ricerche approfondite. Uno studio indipendente ha analizzato 1,2 milioni di scansioni di piedi femminili, rilevando che il collo del piede (vale a dire la parte compresa tra la radice degli alluci e la caviglia) è leggermente più basso nelle donne. Perciò, nelle ULTRABOOST 22 il collo del piede è un po’ più basso, assicurando una calzata avvolgente, come ha potuto sperimentare Sima”.
Inoltre, la tomaia Primeknit+ delle ULTRABOOST 22 è realizzata utilizzando un filato che contiene il 50% di Parley Ocean Plastic.

La runner parla con il ricercatore nel laboratorio



3. Calzata del tallone più stretta

La ricerca ha reso possibile un’altra importante scoperta: nelle donne il tallone tende a essere più stretto rispetto agli uomini, un fatto di cui adidas ha tenuto conto durante la progettazione delle ULTRABOOST 22. Spiega il dottor Popovic: “La riduzione della frizione a livello del tallone riduce le infiammazioni al tendine di Achille e altri tessuti molli”.
Il miglioramento a 360° della calzata delle ULTRABOOST 22 è anche assolutamente in linea con le convinzioni di Sima. “Spesso, in passato, ho avuto la sensazione che le scarpe da running fossero progettate per gli uomini e semplicemente rimpicciolite per il piede femminile, senza tenere veramente conto delle effettive differenze fisiche e diverse esigenze in gioco”, afferma. “Per me progresso e parità sono fondamentali, e questa scarpa simboleggia entrambi gli aspetti”.

“Spesso, in passato, ho avuto la sensazione che le scarpe da running fossero progettate per gli uomini. Finalmente c’è chi ha pensato a fare la cosa giusta. È fantastico che anche le donne ora abbiano acquisito visibilità e siano considerate”.

- Sima Pomiluyko, adidas Runners Berlin



4. Massimo ritorno di energia

Nelle ULTRABOOST 22, il miglioramento della calzata adattata per il piede femminile a 360° si associa a un ritorno di energia estremamente elevato. Questo grazie al taglio intelligente del tallone e dell’intersuola. “La suola è più larga della pianta del piede, “svasata” secondo la nostra definizione”, spiega il dottor Popovic.
“Se osservate la scarpa lateralmente, ha un profilo leggermente incurvato. Serve per aiutare chi tende ad atterrare sulla parte posteriore del piede, sul tallone, a spostare leggermente il peso verso la punta, e per irrigidire un poco la scarpa. Per chi tende ad atterrare sull’avampiede invece, grazie al sistema LEP, in fase discendente il peso viene assorbito e l’energia spinta in avanti”.
Questo sistema LEP 2.0, o “punto chiave”, per dirla con le parole del dottor Popovic, si basa sulla tecnologia Boost: centinaia di capsule fuse insieme per infondere spinta ed energia a ogni passo. “La schiuma di cui è composta la suola reagisce proprio nel momento in cui serve il maggior ritorno di energia: nella fase di spinta”, spiega. “È un sistema particolarmente intelligente”.
Sima descrive le sensazioni che le ha trasmesso questa tecnologia durante la sessione di prova. “Il ritorno di energia che ho provato è estremamente importante in una scarpa da running”, dice. “Contribuisce a stabilire il ritmo della corsa”.




5. La calzata adattata per il piede femminile a 360° è una vera rivoluzione

Provare le ULTRABOOST 22 è stato per Sima un’esperienza fantastica, al di là degli obiettivi di prestazioni. “Sapere che tante donne eccezionali hanno contribuito alla realizzazione di questo prodotto è per me fonte di grande ispirazione e ottimismo”, racconta. “Vengono riconosciute le nostre idee ed esigenze specifiche”.
Questo, a suo avviso, è un avanzamento positivo per il futuro del running al femminile. “Ciò che adidas sta facendo è importante: aiutare le persone a provare gioia nel movimento. Vivere il proprio corpo ed entrare in contatto con se stessi, con la parte più profonda di sé, ha un enorme potenziale. Finalmente c’è chi ha pensato a fare la cosa giusta per arrivare a questo risultato. È fantastico che anche le donne ora abbiano acquisito visibilità e siano considerate”.
Il video della sessione di prova delle ULTRABOOST 22 è disponibile qui.




Altre risorse

  • Il dottor Popovic ha voluto sottolineare il fatto che le scarpe non sono sufficienti a ottenere risultati. Ha quindi creato una serie di esercizi specifici* per le ULTRABOOST 22. Guardali per trarre il massimo dalle tue scarpe e dalla tua attività di running.


  • Inoltre, se desideri ulteriori informazioni sulle ULTRABOOST 22 e su come gestire al meglio la tua energia fisica e mentale per la corsa, partecipa ai webinar creati dai nostri coach del programma “I’MPOSSIBLE”:
  • Webinar di allenamento per il RUNNING*: una guida al running per uomini e donne che vogliono iniziare a usare le ULTRABOOST 22 creata da Jennifer Rhines, atleta professionista e allenatrice di running.
  • Webinar di allenamento MENTALE: 6 webinar diversi creati da Ana Cerensek, coach mentale, per imparare a guidare se stessi e migliorarsi attraverso i concetti di compassione, presenza, empatia, gentilezza, assertività e limiti.

*Disclaimer – IMPORTANTE: prima di intraprendere qualsiasi attività, consulta SEMPRE il tuo medico. Non intraprendere alcuna attività senza la necessaria preparazione e senza il consenso del medico. Usa il buon senso e assicurati di praticare qualsiasi attività in un luogo sicuro e su una superficie sicura.

La runner corre indossando un paio di Ultraboost 22

adidas / marzo 2022