alert-erroralert-infoalert-successalert-warningbroken-imagecheckmarkcontact-emailcontact-phonecustomizationforbiddenlockedpersonalisation-flagpersonalizationrating-activerating-inactivesize-guidetooltipusp-checkmarkIcons/Communication/USP/Cash-deliveryIcons/Communication/USP/Delivery-eveningIcons/Communication/USP/Delivery-same-dayIcons/Communication/USP/Delivery-storeusp-deliveryIcons/Communication/USP/Exchangeusp-free-returnsIcons/Communication/USP/Gift-cardIcons/Communication/USP/KlarnaIcons/Communication/USP/Salearrow-backarrow-downarrow-left-longarrow-leftarrow-right-longarrow-rightarrow-upbag-activebag-inactivecalendar-activecalendar-inactivechatcheckbox-checkmarkcheckmark-fullclipboardclosecross-smalldownloaddropdowneditexpandhamburgerhide-activehide-inactivelocate-targetlockminusnotification-activenotification-inactivepause-shadowpausepin-smallpinplay-shadowplayplusprofilereloadsearchsharewishlist-activewishlist-inactivezoom-outzoomfacebookgoogleinstagram-filledinstagrammessenger-blackmessenger-colorpinterestruntastictwittervkwhatsappyahooyoutube
adidas
adidas / maggio 2020

L'importanza della forza mentale secondo McKenzie Coan

McKenzie Coan, tre volte medaglia d'oro paralimpica, racconta come convivere con una malattia genetica debilitante l'abbia aiutata a costruire una mentalità positiva utile per superare ogni avversità.

La nuotatrice McKenzie Coan ha tre medaglie d'oro paralimpiche e quattro titoli mondiali nel proprio palmarès. Inoltre, è affetta da osteogenesi imperfetta, una sindrome che rende le sue ossa estremamente fragili. La malattia le è stata diagnosticata 19 giorni dopo la nascita, quando i suoi genitori sono stati informati del fatto che McKenzie non sarebbe mai stata in grado di sedersi, camminare o parlare.

Contro ogni probabilità, ha iniziato a nuotare all'età di quattro anni. Ai Giochi Paralimpici di Rio 2016 ha conquistato tre medaglie d'oro ed era pronta a difendere i propri titoli nell'edizione 2020, che poi è stata rinviata.

Come tutti gli atleti, sento che mi è stato tolto qualcosa di molto importante...
brand-ss20-hometeam-mindfulness-mckenziecoan-blog-image-portrait-1

Ho ricevuto un messaggio dal mio coach quando il rinvio è stato annunciato ufficialmente. So che è stata assolutamente la decisione corretta, ma mi ha comunque colpito profondamente. Ho dovuto prendermi un momento per respirare e analizzare la situazione, prima di iniziare a formulare un nuovo piano. Ricordo di essermi chiesta: "Dopo tutte le avversità che ho superato nella mia vita, come potrò affrontare questa nuova sfida?"

Quando mi trovo di fronte a una situazione difficile, spesso ricordo a me stessa tutte le sfide e gli ostacoli che ho superato nel corso della mia vita. Ho probabilmente subito più di 100 fratture finora, ma sono sempre tornata più forte di prima.



È un momento doloroso, ma so che è la decisione migliore in questo momento. Riusciremo a superare questa situazione, e quando lo faremo lo sport sarà ancora più importante di prima perché avrà un significato ancora più importante per il mondo.


Il momento che ha cambiato la mia vita è arrivato in un periodo molto difficile...

Il modo in cui affronto le difficoltà deriva dall'esperienza che ho vissuto durante un'operazione nel 2008. Sono stata moltissime volte all'interno di ospedali, ma in quell'occasione è stata particolarmente dura. Si sono verificate una serie di complicazioni e il recupero è stato davvero difficoltoso. Avrei dovuto passare soltanto una notte in ospedale ma ho finito per rimanerci per quella che è stata probabilmente la settimana più spaventosa della mia vita.

Sono stata addirittura in pericolo di vita. Ero in preda a un dolore insopportabile e i trattamenti a cui ero sottoposta non davano risultati. Ricordo il suono delle macchine a cui ero collegata. Non ero sempre cosciente, ma ricordo perfettamente un sogno legato al nuoto. Ho pensato: "Non ho ancora finito qui. Ci sono ancora moltissime cose che voglio fare, non me ne voglio andare così."

In quel momento, ho deciso di non farmi sconfiggere. Avrei continuato a lottare. Lentamente, ho iniziato a migliorare e a vedere la luce in fondo al tunnel.

Da allora, ogni volta che ho subito una frattura, sono stata sottoposta a un'operazione o mi sono ammalata durante i trattamenti, mi sono sempre ricordata di come ho superato quella situazione. Mi ripeto di continuare, che ogni giorno sarà migliore del precedente. Ho imparato a superare queste difficoltà.

Tutti pensano che la muscolatura e un fisico possente siano il vantaggio più importante nello sport...
brand-ss20-hometeam-mindfulness-mckenziecoan-blog-image-portrait-2

... Ma io credo che la forza mentale sia l'aspetto più decisivo che tutti possiamo sviluppare attraverso lo sport. Ogni atleta ha affrontato infortuni o momenti difficili e le lezioni che questi momenti ti insegnano possono essere applicate in ogni momento della vita, soprattutto adesso. Ti permettono di sviluppare la capacità di perseverare attraverso le difficoltà.

Ci saranno momenti in cui di fronte a te vedrai solamente barriere. Dovrai convivere con il dolore, ma saprai di avere dentro di te la forza per superare gli ostacoli. La fiducia in se stessi è fondamentale. Io ho scelto di essere forte mentalmente. Anche per questo, non potrò mai ringraziare abbastanza il nuoto.

Le cose miglioreranno...

... Devi avere la speranza e la convinzione di potercela fare. Non sarà facile, tutti affrontiamo giornate difficili. L'uomo è un animale sociale e a volte non è facile sentirsi soli, ma anche se siamo lontani fisicamente possiamo essere più uniti di quanto non lo siamo mai stati prima.

Credo fermamente che il prossimo anno, a Tokyo, potremo finalmente riunirci e festeggiare tutti insieme. Sarà una celebrazione incredibile, dopo questo lungo periodo di difficoltà, ed è questa la speranza che mi aiuta ad andare avanti giorno dopo giorno.

adidas / maggio 2020