alert-erroralert-infoalert-successalert-warningbroken-imagecheckmarkcontact-emailcontact-phonecustomizationforbiddenlockedpersonalisation-flagpersonalizationrating-activerating-inactivesize-guidetooltipusp-checkmarkIcons/Communication/USP/Cash-deliveryIcons/Communication/USP/Delivery-eveningIcons/Communication/USP/Delivery-same-dayIcons/Communication/USP/Delivery-storeusp-deliveryIcons/Communication/USP/Exchangeusp-free-returnsIcons/Communication/USP/Gift-cardIcons/Communication/USP/KlarnaIcons/Communication/USP/Salearrow-backarrow-downarrow-left-longarrow-leftarrow-right-longarrow-rightarrow-upbag-activebag-inactivecalendar-activecalendar-inactivechatcheckbox-checkmarkcheckmark-fullclipboardclosecross-smalldownloaddropdowneditexpandhamburgerhide-activehide-inactivelocate-targetlockminusnotification-activenotification-inactivepause-shadowpausepin-smallpinplay-shadowplayplusprofilereloadsearchsharewishlist-activewishlist-inactivezoom-outzoomfacebookgoogleinstagram-filledinstagrammessenger-blackmessenger-colorpinterestruntastictwittervkwhatsappyahooyoutube
adidas
adidas / maggio 2020

Yohan Blake: forza mentale e mindfulness

Uno dei più grandi sprinter del mondo ci parla di come superare i periodi difficili e della mentalità che lo aiuta a rimanere sempre positivo e concentrato.

Il programma agonistico per il 2020 di Yohan Blake è praticamente cancellato. L'ex campione del mondo dei 100 m non avrà l'opportunità di mettersi in mostra alle Olimpiadi e nella Diamond League. Non può allenarsi in pista con il suo team e non c'è alcuna certezza sul fatto che la stagione dell'atletica leggera possa iniziare.

Ma lo sprinter giamaicano ha l'attitudine giusta per trovare gli aspetti positivi di questa situazione senza precedenti e la forza mentale per concentrarsi sulla felicità, adottando buone abitudini e mantenendo i suoi obiettivi al centro di tutto.

Ad essere sinceri, questa situazione mi ha colpito molto...

La motivazione di un atleta deriva dalla competizione e dalla vittoria. Quando si perde la possibilità di competere, si può mettere in discussione il motivo stesso della propria esistenza. Credo che questo sia il motivo per cui tanti atleti competono più a lungo di quanto dovrebbero. Tendiamo a credere che il nostro unico scopo sia quello di competere. Questo cambiamento improvviso mi ha davvero fatto riflettere sulla mia vita, sulla mia mentalità e sui miei obiettivi.

Per il mio sport, l'aspetto mentale è assolutamente fondamentale, ora più che mai...

Senza dubbio, la condizione fisica è importante. Ogni atleta professionista si allena a un livello incredibile, ma credo che tutto abbia inizio nella mente.

Io sono quello che penso. Quando la fiducia in te stesso è ai massimi livelli, diventi letteralmente imbattibile. Ogni gara è già vinta.

Questa convinzione ha anche un effetto più ampio, perché la fiducia e la mentalità cambiano il mio approccio verso tutto: il modo in cui mi alleno, come mi preparo per una gara, come corro e altro ancora. E credetemi, anche gli avversari notano questi cambiamenti!

Ma è vero anche il contrario. Puoi svolgere sessioni di allenamento straordinarie e raggiungere tutti i tuoi obiettivi, ma se qualcosa nella tua mente fa sorgere dei dubbi, tutto cambia. È tutto nella mente.

Le sfide passano, gli obiettivi rimangono...

Questa non è la prima sfida che dobbiamo affrontare, e non sarà l'ultima. So che questo periodo passerà, continuo a concentrarmi sui miei obiettivi e non ho cambiato la mia routine. Un aspetto positivo dell'essere competitivi è che si sviluppa la mentalità per fare sempre ciò che è necessario. La consapevolezza nelle tue capacità aumenta quando ti concentri sull'obiettivo e su ciò che stai per fare. Io me lo ripeto ogni giorno.

Sto anche leggendo molto per tenermi aggiornato sul mondo e una cosa che di certo aiuta è l'umorismo, guardare un film divertente mi aiuta a rilassarmi.

Quando ti trovi di fronte a momenti difficili, mantieni l'ottimismo...
brand-ss20-hometeam-mindfulness-yohanblake-blog-image-portrait-1

Riprendere l'attività e tornare al top dopo un grave infortunio è una sfida enorme. Ricordo il dolore intenso al momento dell'infortunio, il viaggio dal medico con la mente piena di dubbi, ansia e paura, e il momento in cui l'ho sentito dire che avrei dovuto affrontare un'operazione. Era come se fossi sprofondato in un incubo dal quale non riuscivo a svegliarmi. Ma allo stesso tempo ricordo la mia determinazione nel non darmi per vinto e nel non voler accettare che la mia carriera finisse in quel modo. Sentivo di poter raggiungere ancora molti altri traguardi. E ricordo l'intensa motivazione che mi ha permesso di superare i momenti più duri, con l'obiettivo di tornare a competere e vincere ai più alti livelli. E l'ho fatto.



Ogni volta che ti trovi di fronte a sfide, avversità o pressioni, rimani positivo e concentrati di meno su quello che sta accadendo e di più sulle cose che ti rendono veramente felice.


L'attività fisica mi aiuta a liberare la mente e a farmi guardare sempre avanti. L'esercizio e il movimento rilasciano endorfine nella mente, un costante stimolo naturale.

Assicurati di essere circondato dalle persone giuste...
brand-ss20-hometeam-mindfulness-yohanblake-blog-image-portrait-2

Quello che ho capito ancora una volta è l'importanza di essere circondato dalle persone giuste e di accettare il loro supporto e i loro consigli per superare i momenti difficili. La figura più importante della mia vita è Dio. È letteralmente la mia forza e colui che mi mantiene umile. Sono un uomo che ha bisogno e ama la compagnia, quindi sono anche molto grato di avere la mia fidanzata Laura che mi motiva ogni giorno. È sempre al mio fianco ad assicurarsi che le cose vadano per il verso giusto.


Usain Bolt mi ha offerto il consiglio più prezioso che mi sia mai stato dato. Mi ha detto che devo gareggiare per me e non per la gente, perché in pista si è soli. Potrebbe sembrare egoista, ma questo pensiero mi ha aiutato ad affinare il mio istinto competitivo. Mi ha fatto capire che dovevo vincere e diventare il più forte possibile, per essere davvero in grado di aiutare le persone a cui tengo.


Senza questo consiglio e questa mentalità, non sarei stato in grado di comprare una casa a mia mamma, che amo più di ogni altra persona al mondo, o di aiutare mia sorella a frequentare la scuola.

Il mio consiglio...

Quello che sta accadendo ora non durerà per sempre. Credi in te stesso. Dicendo questo non voglio minimizzare in alcun modo il dolore e la sofferenza, ma dobbiamo resistere e continuare a guardare avanti. E per quanto sia dura la situazione, c'è sempre un lato positivo.

È un'opportunità unica per premere il pulsante "reset" nella nostra vita, per guardarci attorno e rivalutare cosa sia davvero importante. Ora è il momento di cambiare abitudini, ricucire le relazioni personali e cercare la stabilità mentale.

adidas / maggio 2020