alert-erroralert-infoalert-successalert-warningbroken-imagecheckmarkcontact-emailcontact-phonecustomizationforbiddenlockedpersonalisation-flagpersonalizationrating-activerating-inactivesize-guidetooltipusp-checkmarkusp-deliveryusp-free-returnsarrow-backarrow-downarrow-left-longarrow-leftarrow-right-longarrow-rightarrow-upbag-activebag-inactivecalendar-activecalendar-inactivechatcheckbox-checkmarkcheckmark-fullclipboardclosecross-smalldropdowneditexpandhamburgerhide-activehide-inactivelocate-targetlockminusnotification-activenotification-inactivepause-shadowpausepin-smallpinplay-shadowplayplusprofilereloadsearchsharewishlist-activewishlist-inactivezoom-outzoomfacebookgoogleinstagram-filledinstagrammessenger-blackmessenger-colorpinterestruntastictwittervkwhatsappyahooyoutube
adidas
logo

PLAYING FOR MORE

Feat. Donovan Mitchell

LA VITA DURANTE LA PANDEMIA

Donovan, come molti altri, ha dovuto prendersi una pausa con l'arrivo della pandemia. "Negli ultimi due o tre anni non mi sono mai fermato", racconta. Durante una situazione senza precedenti, che ha cambiato la vita di moltissime persone in tutto il mondo, Donovan ha utilizzato il tempo a propria disposizione per riflettere.
Il lockdown gli ha permesso di capire quando gli mancasse il basket. Non si trattava solamente delle partite, ma anche di tutti gli altri aspetti. "Ti manca uscire di corsa dagli spogliatoi, il riscaldamento pre-partita," racconta. "Ma anche il rapporto coi compagni, che sono la tua famiglia lontano da casa."

"È STATO IMPORTANTE CAPIRE CHE MI MANCAVA TUTTO DEL BASKET, NON SOLO GLI ASPETTI PIÙ FACILI."

Donovan Mitchell

UNA VOCE PER IL CAMBIAMENTO

Donovan racconta che in quanto maschio afro-americano è abituato da sempre agli episodi di razzismo. "A volte sono stato fermato dalla polizia semplicemente perché guidavo una bella macchina in un certo quartiere." Le proteste in risposta al razzismo non l'hanno sorpreso: "La gente prova a parlarne da anni."
Donovan crede fermamente che educare le nuove generazioni sia una responsabilità sua e degli altri giocatori. Se il razzismo può essere insegnato, può anche essere rimosso. "Sono un maschio afro-americano e parlo per le persone di colore e le minoranze in generale", spiega Donovan. "Lo sport è una benedizione, che mi offre l'opportunità di continuare a diffondere il mio messaggio."

"IL BASKET MI HA DATO MOLTISSIMO E MI HA PERMESSO DI INSEGUIRE UN SOGNO CHE HO SIN DA BAMBINO. MA MI HA OFFERTO ANCHE UNA PIATTAFORMA PER FAR SENTIRE LA MIA VOCE."

Donovan Mitchell

GIOCARE PER LA SPERANZA

Discutere coi compagni e scambiarsi le proprie esperienze è stato positivo e stimolante. "Credo che sia proprio questo che manca nel nostro paese", spiega, "sapersi ascoltare e capire a vicenda." Donovan è ottimista per il futuro. "Non accadrà da un giorno all'altro. Non succederà domani", ammette, "ma se tutti faranno la propria parte, il mondo continuerà a migliorare. Dobbiamo tutti diffondere questo messaggio e affrontare queste conversazioni scomode ma necessarie con la nostra famiglia, i nostri amici e i nostri colleghi."
Donovan desidera utilizzare la propria piattaforma per promuovere la speranza nelle persone che lo circondano e nelle generazioni future. La sua filosofia, espressa anche nel design delle sue scarpe, è combattere la negatività attraverso la determinazione e vuole farlo sostenendo le cause che ritiene più giuste. "Se hai scelto le mie scarpe, sai che non sono soltanto un giocatore di basket. Continuerò a parlare per diffondere il mio messaggio e stimolare il cambiamento."