alert-erroralert-infoalert-successalert-warningbroken-imagecheckmarkcontact-emailcontact-phonecustomizationforbiddenlockedpersonalisation-flagpersonalizationrating-activerating-inactivesize-guidetooltipusp-checkmarkIcons/Communication/USP/Cash-deliveryIcons/Communication/USP/Delivery-eveningIcons/Communication/USP/Delivery-same-dayIcons/Communication/USP/Delivery-storeusp-deliveryIcons/Communication/USP/Exchangeusp-free-returnsIcons/Communication/USP/Gift-cardIcons/Communication/USP/KlarnaIcons/Communication/USP/Salearrow-backarrow-downarrow-left-longarrow-leftarrow-right-longarrow-rightarrow-upbag-activebag-inactivecalendar-activecalendar-inactivechatcheckbox-checkmarkcheckmark-fullclipboardclosecross-smalldownloaddropdowneditexpandhamburgerhide-activehide-inactivelocate-targetlockminusnotification-activenotification-inactivepause-shadowpausepin-smallpinplay-shadowplayplusprofilereloadsearchsharewishlist-activewishlist-inactivezoom-outzoomfacebookgoogleinstagram-filledinstagrammessenger-blackmessenger-colorpinterestruntastictwittervkwhatsappyahooyoutube
adidas
adidas / aprile 2020

THE BIGGER PICTURE

Il fotografo di fama mondiale Keith Ladzinski parla del potere della fotografia, della scelta di uno stile di vita sostenibile e della nuova TERREX Free Hiker Parley.

Mentre cammina in montagna per immortalare le scalate dei climber in Sudafrica, mentre scatta foto dei pinguini a rischio di estinzione in Antartide o quando esplora le città alla ricerca degli stakepark più suggestivi, Keith Ladzinski prova di persona le emozioni e lo stupore che gli spazi aperti e il contatto con la natura possono evocare.

Keith è un acclamato fotografo di grande talento, che collabora spesso con National Geographic. Trascorrendo molto tempo all'aria aperta, apprezza e ama condividere i benefici psicofisici garantiti dall'hiking e dal contatto con la natura. "È un richiamo primordiale," afferma. "La civilizzazione e il progresso ci hanno portato a passare sempre più tempo al coperto. Inoltre viviamo in una società dove le distrazioni sono ovunque, dallo smartphone che portiamo sempre con noi al rumore e al traffico della città. È importante riuscire a staccare ogni tanto e riscoprire il fascino della natura."

Keith Ladzinski

STORIE SENZA PAROLE

Il lavoro di Keith lo porta spesso in luoghi remoti, lontani dalla civilizzazione e dagli insediamenti umani. "L'hiking è un'attività importantissima per i miei muscoli e la mia creatività", ci racconta. "Se scattare la miglior foto possibile comporta la fatica di arrampicarmi in cima a una montagna, sento di essermela guadagnata." Anche quando si trova a casa, a Boulder in Colorado, trova sempre il tempo di passare del tempo all'aperto. "Per me, è fondamentale. Vado in bicicletta, mi dedico all'hiking e porto a spasso il cane. Anche nel tempo libero mi dedico spesso alla fotografia, è sempre una buona scusa per uscire e prendere una boccata d'aria fresca."


outdoor-ss20-free-hiker-parley-launch-storypage-image2-d-v2 

Il suo desiderio maggiore è riuscire a influenzare le persone tramite le sue fotografie, stimolandole a cambiare il proprio stile e uscire dalla comfort zone. "Non c'è soddisfazione maggiore di sentire che una tua fotografia ha ispirato qualcuno a visitare un luogo o semplicemente a passare più tempo all'aperto. O di motivare qualcuno a supportare una buona causa. La fotografia ha questo potere perché racconta delle storie senza aver bisogno di parole. Ti può portare in luoghi che non hai mai visitato e farti viaggiare per migliaia di chilometri in un istante." Keith ha avuto la fortuna di visitare alcuni dei luoghi più incredibili del nostro pianeta ed è sufficiente dare un'occhiata ai suoi account social per rendersi conto di come le sue fotografie siano in grado di ispirare chi le guarda. "Sono riuscito a trasformare la mia passione più grande nella mia professione, mi sembra di aver vinto la lotteria," rivela Keith. "Per me la fotografia è come una terapia, lo spazio che mi permette di ritrovare la pace interiore."


Quando penso alla natura penso alla sensazione di libertà che mi offre, senza limiti o confini. Mi permette di liberare la mente e alimentare la mia creatività.

La fragilità dell'ambiente naturale è un tema ricorrente nelle opere di Keith. Sul riscaldamento globale e sui pericoli creati dalla pesca eccessiva e dall'inquinamento causato dalla plastica, Keith ha una posizione precisa: "Se penso a un ecosistema in pericolo o ai danni causati dall'utilizzo di plastica monouso, sento immediatamente il desiderio di condividere queste informazioni con gli altri. Voglio che le persone capiscano che apportare dei ragionevoli cambiamenti alle loro vite può avere un impatto decisivo per la salvaguardia del pianeta. Il mio consiglio più importante? Evitate la plastica monouso a tutti i costi. Lo ripeterei all'infinito."


Keith crede fermamente che la fotografia abbia un ruolo importante per proteggere il pianeta e per sensibilizzare le persone: "Spesso ricordiamo momenti storici perché li associamo a un'immagine iconica. Talvolta, le cose più difficili da guardare sono quelle che ci fanno cambiare idea più rapidamente. Sono in grado di toccare profondamente l'animo delle persone."

"Oggi guardiamo più fotografie che in passato perché tutti abbiamo una fotocamera in tasca. Passiamo il tempo a scorrere pagine e pagine di immagini postate sui social, ciò aumenta la nostra consapevolezza. La fotografia ha il potere di catturare la tua attenzione, di farti riflettere e riconsiderare le tue opinioni."

outdoor-ss20-free-hiker-parley-launch-storypage-image3-d

Keith Ladzinski


Il mio consiglio più importante? Evitate la plastica monouso a tutti i costi.

 

Come fa Keith a mantenere l'ottimismo anche quando vede di persona i danni che l'uomo causa all'ambiente? "Visitare luoghi remoti dove l'inquinamento è a livelli pazzeschi può far perdere le speranze, ma sono comunque ottimista sul fatto che ci stiamo muovendo nella direzione giusta. Molte voci influenti stanno cercando di sensibilizzare l'opinione pubblica e io voglio fare la mia parte! È una responsabilità che mi assumo volentieri. Aumentare la consapevolezza sui rischi che stiamo correndo e promuovere la sostenibilità sono aspetti fondamentali per cambiare la situazione."

Proprio pensando a questo, Keith è un sostenitore del metodo con cui adidas TERREX ha utilizzato materiali riciclati per creare la nuova Free Hiker Parley: "Parley è un brand davvero innovativo, mi ha colpito fin da subito. Durante i miei viaggi vedo spesso la plastica invadere le spiagge e le coste, quindi essere in grado di riutilizzare i rifiuti è fondamentale. Il nostro pianeta conta ormai quasi 8 miliardi di abitanti che generano un volume incredibile di rifiuti e di emissioni nocive. La sfida che abbiamo davanti a noi è di fondamentale importanza: riuscire a recuperare e riutilizzare materiali già esistenti è il primo passo per vincerla. In futuro, sarà sempre più importante."

LA NATURA IN CITTÀ

Aumentando il tempo che passiamo a contatto con la natura, aumentiamo anche i benefici che ne ricaviamo e il desiderio di proteggerla. Ma Keith non crede che sia necessario vivere in luoghi isolati per riscoprirne i vantaggi e il fascino, è sufficiente cambiare leggermente le nostre abitudini: "Quando immaginiamo gli spazi aperti, spesso visualizziamo di essere immersi nella natura selvaggia ma è possibile vivere delle piccole avventure quotidiane anche in città, ad esempio visitando un parco. Incoraggio le persone a fare proprio questo e a farlo diventare un'abitudine. Passeggiare, correre e pedalare sono attività che possiamo fare tutti i giorni, mentre nei weekend o durante le vacanze possiamo sfruttare l'opportunità di immergerci più a fondo nella natura."

adidas / aprile 2020